Progetto #MaipiùBarbablù

#MaipiùBarbablù è un’idea: è la convinzione che bisogna andare oltre alla denuncia della violenza di genere, che bisogna fare qualcosa per prevenirla all’inizio, senza aspettare la fine.
Perché all’inizio la protagonista della favola non ha visto quella barba blu?
Perché in tanti ancora oggi non la vedono?
Questo bisogna dire ai ragazzi, devono ricominciare credere a quello che vedono e che sentono.


(Francesca Benvenuto, responsabile comunicazione Futura cooperativa sociale Onlus)

#MaipiùBarbablù è nella realtà un progetto nato nel 2018 grazie a Futura Cooperativa Sociale Onlus e a Molino Moras, per prevenire la violenza di genere prima che possa manifestarsi.

L’iniziativa vuole avvicinare e coinvolgere i ragazzi tramite uno strumento alla portata di tutti e di immediata comprensione. #MaipiùBarbablù sfocia in un quaderno di esercizi per conoscersi l’uno con l’altro, per uscire dagli stereotipi di genere e per prevenire la violenza.

Questo quaderno si sviluppa su due binari paralleli: da un lato la fiaba di Barbablù che narra cosa accade quando si cade vittima delle apparenze e della violenza e a quali forze attingere per uscirne, dall’altro il lavoro di prevenzione affinché i ragazzi, restando ancorati a se stessi e alla loro comunità, non possano diventare vittime. Il mondo maschile e quello femminile hanno spazi dedicati, momenti di incontro e sovrapposizione, perché è dal confronto che è possibile imparare a conoscersi.

#MaipiùBarbablù ha il compito di porre domande, stimoli, riflessioni. Chiede di esporsi e mettersi in gioco per scoprirsi e definire la propria identità. È un sostegno nel duro compito di affrontare la paura data dal dover rispondere ad aspettative che spingono i ragazzi lontano da se stessi.